Fondazione

Home > On line Diary > Riflessi editoriali > Quanto sei bella Roma a prima sera ...

Quanto sei bella Roma a prima sera ...

Quanto sei bella Roma a prima sera ...

Nella fotografia: Roma di notte vista dal Gianicolo. L'immagine è tutelata dalla licenza "Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 International" (Wikimedia Commons)

Testo non disponibile in inglese:

Roma. La chiamano la “Città eterna”, perchè esiste da quasi 30 secoli, o “Caput mundi”, in riferimento al suo antico splendore e per essere stato il luogo più importante del Mondo in epoca romana.

Chi non conosce poi il detto “tutte le strade portano a Roma”? Le strade principali dell’Impero Romano in effetti partivano tutte dall’antica capitale. Pronunciando il suo nome si pensa subito al Colosseo, una delle sette meraviglie del mondo moderno, al Pantheon, il tempio dedicato a tutte le divinità, un prodigio di ingegneria voluto dall’Imperatore Adriano e alla Fontana di Trevi, set di alcuni film leggendari.

In nessun’altra città si può trovare il miscuglio architettonico in cui vivono, senza soluzione di continuità, vestigia dell’antichità, resti medievali ed edifici rinascimentali, barocchi, settecenteschi, papalini, napoleonici, umbertini, razionalisti, moderni e contemporanei.

E chi non conosce poi lo stornello reso celebre da Anna Magnani “Quanto sei bella Roma (canta se la vuoi cantà)” ? La bellezza di Roma ancora oggi è straordinaria ed imponente.

Ma la Capitale d’Italia è anche una città contemporanea, in continua evoluzione tra architetture innovative, street art ed eccellenze produttive. Roma è infatti il primo comune in Italia per prodotto interno lordo complessivo: il valore aggiunto delle imprese nei settori (non finanziari) è pari a circa 50 miliardi di euro l’anno e il tasso di attività lavorativa della popolazione è tra i più alti d’Europa. Non mancano poi gli esempi di eccellenza nel settore culturale e del recupero immobiliare.