Fondazione

Home > Diario On Line > Prospettive future > Roma rinnovata: la Galleria Alberto Sordi

Roma rinnovata: la Galleria Alberto Sordi

Roma rinnovata: la Galleria Alberto Sordi

Nella fotografia: L’interno della "Galleria Alberto Sordi" di Roma in Largo Chigi. Fotografia di Prisma.

Un tempo luogo di finanza e di commercio, con i suoi negozi e sportelli bancari, l’edificio sorge al centro dell’antico Campo Marzio, di fronte alla Colonna di Marco Aurelio e a Palazzo Chigi, sede del Consiglio dei Ministri.

Progettata dall’architetto Dario Carbone, già progettista di via XX settembre a Genova, la galleria presenta caratteri di notevole ricchezza decorativa, ancora in parte visibili. Erede di un tradizione che in Italia può vantare la testimonianza della “Galleria Vittorio Emanuele” di Milano e della “Galleria Umberto I” a Napoli, la galleria romana ha trasformato gradualmente il commercio della Capitale a partire dal 1922, anno della sua inaugurazione.

Oggi l’edificio, intitolato all’attore e regista romano Alberto Sordi, è uno dei luoghi più noti e affascinanti della città, sia per la centrale collocazione, sia per il mito che da sempre ha accompagnato la frequentazione di questo luogo. La galleria fino al 2003, come la piazza, prendeva il nome dalla Colonna di Marco Aurelio: la piazza sorge sulla centrale via del Corso ed è circondata da alcuni dei più importanti edifici di Roma. Oltre a Palazzo Chigi, sorgono Palazzo Wedekind, sede storica del quotidiano “Il tempo” e Palazzo Ferrajoli, un’antica residenza nobiliare.

Il piano terreno della “Galleria Alberto Sordi” è caratterizzato dalla galleria pedonale pubblica, mentre i piani dal secondo al quinto sono destinati ad uffici; parte del piano interrato, il piano terreno, il piano soppalchi e il primo sono destinati a singoli esercizi commerciali. Attraverso idonee chiusure, installate dopo il restauro del 2003, la galleria risulta isolata rispetto agli elementi esterni sia acusticamente che climaticamente.

L’edificio si configura oggi come un grande centro commerciale prestigioso e allo stesso tempo storico. Tutte le attività si affacciano sulla galleria pedonale coperta al piano terreno, formando un sistema di boutique e negozi di eccellenza. La continua presenza di turisti e la centrale posizione, rendono oggi la galleria un luogo privilegiato non solo per il commercio, ma anche per eventi culturali ed esposizioni.

Sorgente Group Italia. Il restauro della “Galleria Alberto Sordi” è opera della “Sorgente Group Italia”, una holding attiva nei settori immobiliare, finanza ed editoria, composta da 94 diverse società con sedi operative a Roma, New York e Lussemburgo. Nell’ambito della holding, il patrimonio immobiliare posseduto, gestito ed amministrato, è stimato in 5 miliardi di euro (dato 2019). Tra gli edifici gestiti o di proprietà di “Sorgente Group”, tra gli altri, il “Flatiron Building” di New York, il “Fine Arts Building” di Los Angeles, la “Galleria Alberto Sordi” di Roma e il “Clock Tower Building” a Santa Monica (California).