Fondazione

Home > Diario On Line > Riflessi editoriali > Rinnovare insieme per rinascere

Rinnovare insieme per rinascere

Rinnovare insieme per rinascere

Nella fotografia: Andy Warhol (1928-1987). "Venus after Botticelli" (particolare, 1984). L'immagine è tutelata dalla licenza "Creative Commons Attribution Share Alike 4.0 International" (Wikimedia Commons).

Avviato come un progetto personale, Prisma da subito ha accolto al proprio interno un gruppo di collaboratori ed appassionati di Arte e di Architettura, per poi trasformarsi in poco tempo in una vera Fondazione. Il nostro nome racchiude il senso di quello che facciamo: recuperare un bene immobiliare dismesso, abbandonato o sottoutilizzato per destinarlo alle Arti.

Prisma riunisce in sé aspetti diversi, anche in antitesi: da un lato la necessità di rispettare i luoghi, gli oggetti e le architetture, dall’altro infrangere le regole del recupero tradizionale per avviare progetti innovativi. L’Italia è una delle nazioni con la più alta percentuale di luoghi abbandonati. Abbiamo una quantità pressoché infinita di residenze nobiliari, di palazzi storici, ed ex fabbriche: quasi ogni piccolo comune in Italia ne ha almeno uno da riscoprire. Il fattore più interessante è che questi luoghi sono spesso invisibili, nonostante siano presenti sotto i nostri occhi ogni giorno.

Nel nostro paese già molte strutture abbandonate sono state date in gestione ad associazioni no profit con lo scopo di mantenerle in efficienza. Prisma si propone di andare oltre e di avviare e coordinare modelli organizzativi e di finanziamento volti alla realizzazione di recuperi edilizi supportati da vantaggi fiscali.

In questa visione di sviluppo, Prisma si augura che la creatività e le Arti, che da sempre caratterizzano il nostro Paese, tornino a essere prima di tutto un valore e un rinnovato motivo di orgoglio per i cittadini.

Ringraziamo sin da ora tutti coloro che con l’intensità della propria esperienza hanno sostenuto la nostra iniziativa in questi primi mesi di lavoro.